Sono settimane ormai che la mattina andando a lavoro mi fermo qualche istante davanti a questo cartellone pubblicitario.

È colpa del semaforo, senza dubbio, ma è palese che il contenuto balzi agli occhi.  La cosa ancor più scandalosa, però è che la scritta “Vaf Fan Cola” è abbinata alla didascalia “100% italiana” e ad “altri 150 anni di storia in un sorso“. Ora, va benissimo il buonismo e la simpatia e la travolgente vena satirica italiana… però addirittura “vietarla ai MAGGIORI di 18” (come appare nell’animazione Flash del sito ufficiale www.vaffancola.it) mi sembra un’eccessiva provocazione e un’esortazione a avere poco senso della misura  linguisticamente parlando) da parte degli adolescenti.

S’è sdoganato il sesso, s’è sdoganato il dialetto e la parolaccia… ma forse potrebbe essere diseducativo affiggerlo a caretteri cubitali.

Ah, ho capito, è una provocazione. Ed il gusto cocco-liquirizia farà dimenticare ogni cosa.

 

 

 

Annunci